• Vivi ama guida, di Brian Houston

India: picchiano un pastore, lo cospargono di benzina; loda Gesù e accade il miracolo.

India: picchiano un pastore, lo cospargono di benzina; loda Gesù e accade il miracolo.

Estremisti indù nello stato di Maharashtra, picchiano gravemente un pastore, puntandogli una pistola alla testa e cospargendolo di benzina per bruciarlo. È stato in quel momento che il pastore in fin di vita ha cominciato a pregare e lodare Gesù.
Secondo le informazioni fornite da Morning Star News, il Pastor Prashant Bhatnager 45enne, si sta riprendendo solo adesso dalle fratture riportate alla mano, al braccio e alla gamba, riporta anche tagli e ustioni sulla testa e il resto del corpo, dopo che circa sei estremisti indù guidati da Gurunath Mumbaikar, presidente della Shri Ram (Ram Shri Pratishtan Sanghtan) Foundation, il 16 settembre tentarono di ucciderlo.

Il pastore Bhatnager e altri quattro credenti della Chiesa di "La Casa di Dio" stavano pregando per una persona malata e distribuendo opuscoli a Taloja, nel distretto di Raigad quando sono stati attaccati, così racconta la leadership di Maharashtra a Morning Star News.
Gli aggressori, hanno iniziato a protestare contro la distribuzione di quegli opuscoli e sono stati in seguito sequestrati e condotti con la forza in un luogo isolato per due ore.
"Gli estremisti cominciarono a picchiarlo accusandolo di attività di conversione e dopo lo portarono in macchina in un luogo isolato, seguito da altri 20 militanti in 11 moto", ha detto il leader della chiesa della zona, Baban Kamble a Morning Star News.
In una zona isolata, hanno trascinato il pastore e lo hanno picchiato con una sbarra di ferro, accusandolo di convertire forzatamente persone e distruggendo le menti degli abitanti del villaggio portandoli a credere in Cristo, racconta il pastore Bhatnagar.
"Mi hanno spinto fuori dalla macchina, gettato a terra e puntato la pistola contro. Mi privarono del telefono e minacciato di morte", racconta. "Tutti hanno iniziato a picchiarmi, e ho cominciato a sanguinare dalla bocca e dal naso."
I militanti poi lo cosparsero di benzina per bruciarlo vivo.
"Ho avuto paura, tremavo, ma poi ho cominciato a lodare Gesù e pregare. Gli aggressori si infuriarono e continuarono a picchiarmi con violenza, mi hanno detto di stare zitto, mi sputarono in faccia e fecero pipi su di me," ha detto. "Come sono sopravvissuto a questo attacco è un miracolo. Vedo l'amore e la fedeltà di Dio attraverso questo incidente”.
Giaceva privo di sensi in una pozza di sangue. Pensando che fosse morto, gli estremisti lo caricarono nuovamente in macchina e lo abbandonarono in un'altra zona appartata. Dopo 15 minuti, però, lo ripresero per lasciarlo vicino al luogo dell’evangelizzazione, ha detto.
Un passante lo trovò, gli versò dell'acqua sul viso per farlo rinvenire e poi lo aiutò a chiamare i suoi amici.
Il pastore venne portato all’ospedale di Medicare a Kharghar, ma a causa della gravità delle sue ferite, è stato ricoverato in seguito all’ospedale municipale di Navi Mumbai a Vashi.
"Preghiamo per i bisogni delle persone e loro vengono in chiesa spontaneamente", racconta il Pastore Bhatnager. "Non abbiamo mai forzato o obbligato nessuno a credere in Cristo come siamo stati ingiustamente accusati."
I cristiani non hanno potuto svolgere una conferenza di preghiera (Prarthana Sabha) in programma per il 17 ottobre a causa dell'attacco. L’India occupa il 17esimo posto in scala mondiale nel 2016 di Porte Aperte dei paesi in cui è più difficile essere un cristiano.

Eternity Scritto da Eternity

Una realtà unica nel suo genere. Una piccola, grande casa editrice la cui mission è quella di raggiungere un vasto pubblico con racconti edificanti, letteratura che promuova i valori importanti della vita. L'originalità delle nostre scelte è unica nel panorama nazionale; vogliamo soddisfare un pubblico che ha sete di novità, che cerca qualcosa da leggere che abbia un'impronta non migliore, ma speciale. Storie vere, uniche, approfondimenti esclusivi, racconti inediti. Per vivere la vita, per ricevere ispirazione, per conoscere personaggi insoliti, impavidi, che affrontano le circonstanze in modo singolare. Un messaggio di speranza che racchiude la nostra identità, le radici cristiane che ci uniscono in qualsiasi parte del mondo noi viviamo.